Gigante dell’ecommerce elettronico vuole invadere il mercato cinese

In attesa che il governo cinese torni ad autorizzare la vendita di lotterie online nel paese, prevista entro l’anno, il gigante dell’ecommerce elettronico Alibaba acquisirà quasi il 60% di AGTECH Holdings, una delle società di trading di questo gioco.

Anche se per il momento il brand può vendere solo i biglietti della lotteria fisicamente, si prevede che il regolamento che finora ha posto il veto alla vendita online, sarà presto revocato, convertendo così Alibaba in un importante e potente alleato del settore, riporta il China Daily.

L’operazione, del valore di 2.390 miliardi di dollari di Hong Kong (308 milioni di dollari), sarà guidata dall’investitore Ali Fortune Investment Holding, azionista al 60% di Alibaba, e un altro 40% da una filiale finanziaria, Ant Financial.

L’accordo metterà nelle mani di Alibaba il 59.45% del capitale AGTECH, una società con circa 200 dipendenti che lavorano nella distribuzione di lotterie e nello sviluppo di software e hardware di gioco, e quotata alla Borsa di Hong Kong con titoli di tipo HKD (valutati in dollari di Hong Kong, ma soggetti alla regolamentazione del mercato cinese).

Secondo quanto affermato dalla società, AGTECH “potrà beneficiare in modo significativo” del supporto tecnico e dei servizi di cloud computing e dall’integrazione nel commercio elettronico che può offrire Alibaba, nel momento in cui verranno ri- autorizzate le vendite online.

Ad aprile scorso Pechino ha vietato la vendita online dei biglietti per le uniche due lotterie statali operanti nel paese, la China Sports Lottery e la Lotteria di Beneficenza cinese. Fino al 2015 ci sono stati circa 400 gli operatori di lotterie online, che hanno fatto incetta di più di un quinto dei biglietti acquistati ogni anno.

L’anno scorso Pechino ha cercato di regolamentare il settore, e il Ministero delle Finanze ha approvato un programma pilota concedendo solo a due grandi aziende la vendita di biglietti online (500.com e l’operatore della Lotteria Sport Cina), ma il programma è stato interrotto nel mese di aprile, anche se si pensa di rilanciarlo entro quest’anno.

Secondo quando affermato dall’analista Li Kai, facente parte della società di consulenza Analysys International, questo è accaduto perché durante la riunione annuale nel mese di gennaio scorso i responsabili governativi delle lotterie hanno deciso di avviare i preparativi per un nuovo programma pilota in questa direzione.

Il mercato della lotteria in Cina è troppo grande per due sole aziende di vendita online, per cui si prevede che si concedano più licenze a nuovi operatori “, ha spiegato Li, “e il vantaggio dell’e-commerce di Alibaba, ‘Big Data’ e pagamenti online potranno dare un nuovo impulso al settore”.

Secondo il Ministero delle Finanze, la sospensione del marketing online realizzato nel 2015, ha fatto sì che le vendite della lotteria in Cina scendessero del 3,8% a 367,900 milioni di yuan (56,470 milioni di dollari), dopo 11 anni di crescita consecutiva.

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *