7 chiavi di lettura per riconoscere una mail pericolosa

L’e-mail rappresenta uno strumento essenziale della nostra vita personale e lavorativa. Ma come riconoscere una e-mail pericolosa?

Il numero di email pericolose aumenta di giorno in giorno, ragion per cui sarebbe bene adottare alcune precauzioni. Secondo i dati forniti da Kaspersky, società russa specializzata nella produzione di software per la sicurezza informatica, nel 2016 si è verificato un aumento dei messaggi di posta elettronica con contenuti dannosi.

Nel mese di marzo, ad esempio, l’antivirus è stato in grado di rilevare più di 22 milioni di queste e-mail, un gap enorme se paragonato con dati precedenti secondo cui queste non superavano i tre o i sei milioni al mese.

Le ragioni per cui ciò accade possono essere molteplici e vanno da una protezione inadeguata contro il phishing, un tentativo di frode messo in pratica attraverso Internet che ha come unico scopo quello di carpire informazioni riservate e sensibili, alle tecniche di social engineering persuasive che ricorrono agli aggressori informatici per convincere la gente ad aprire allegati.

Al fine di evitare queste truffe online, descriviamo di seguito alcuni dei segnali a cui dovete prestare particolare attenzione.

Chi ha inviato il messaggio?
Il primo segnale cui bisogna prestare attenzione è il mittente del messaggio: ricevere una e-mail da un mittente sconosciuto è una cosa di cui bisogna diffidare.
Il mittente di email pericolose potrebbe essere anche un contatto conosciuto. Con questo ci riferiamo al fatto che spesso, attraverso un virus, l’email pericolosa viene inoltrata a tutti i contatti della vittima.
In questo caso è indispensabile prestare attenzione ad altri dettagli, ad esempio se l’oggetto che presenta ha un senso, o se il testo è corretto.
E’ inoltre raccomandabile esaminare nel dettaglio il link del mittente e ricordare che molte aziende (Apple, Dropbox PayPal,) non chiedono mai le password attraverso la posta elettronica.

Come si presenta una mail pericolosa?
Anche se il loro modo d’agire migliora nel corso del tempo, la verità è che c’è ancora qualcosa che tradisce i criminali informatici: il testo della mail è molto semplice, e vengono utilizzati termini impersonali come “Egregio signore” o ” Gentile utente”.

Un “oggetto” sospetto
In aggiunta a quanto detto sopra, un altro dettaglio che può aiutarci a capire se siamo di fronte ad un possibile caso di phishing, anche senza aprire il messaggio, è l’oggetto dell’email. Generalmente viene contrassegnata come “alta priorità” e vengono richieste informazioni sensibili (ad esempio dati personali, o password); compare inoltre una scadenza limite. Spesso i caratteri che presenta sono in maiuscolo.

Allegati: che estensioni hanno?
Molti dei messaggi di posta elettronica pericolosi contengono allegati a sua volta pericolosi. Conviene non aprire o eseguire questi file.Molti file, in particolare quelli eseguibili, sono pericolosi. Questi presentano estensioni come .exe, .com o .bat. Spesso gli hacker cercano di mascherare queste estensioni facendole passare come inoffensive come .doc o .exe.

Richiesta di dati personali e bancari
E’ importante sapere e ricordare che né le grandi aziende tecnologiche né le banche richiedono dati via e-mail. Se vi capita di ricevere un’email con questa caratteristica, siete di fronte ad un caso di phishing.
I truffatori di solito richiedono alcune informazioni come dati personali, username e password di un servizio online, il numero delle carte di credito o del conto bancario, tra gli altri.

Link che reindirizzano a siti strani
È importante prestare attenzione a questo dettaglio: oltre agli allegati, spesso utilizzati dai criminali informatici, compaiono nella mail dei link che non vi permettono di vedere nell’immediato dove riportano.
Un modo per conoscere la destinazione di tali link, è posizionare il cursore su di essi, senza cliccare, e controllare la barra inferiore del browser, dove viene visualizzato l’indirizzo web originale.
Se compare un link abbreviato, come Bitly o TinyURL, è possibile utilizzare il servizio Unshorten.It, dove basta copiare e incollare l’indirizzo nel campo di ricerca, e questo vi permetterà di visualizzare dove riportano questi link senza la necessità di cliccarci sopra.Si se

Siete vincitori di un concorso “fantasma”
Una e-mail pericolosa presenta spesso caratteristiche irreali. Ad esempio, quando viene comunicato all’utente che è stato selezionato come vincitore di un qualche tipo di concorso, che sarà erede di una grande fortuna, che sta per diventare il compagno di una giovane donna ricca e attraente, che ha vinto un viaggio, ecc.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *